Il marketing di cui tutti abbiamo bisogno

marketing

DATA: 10 settembre 2015

Hai presente quando nascono delle intuizioni, quando hai la CONSAPEVOLEZZA che qualcosa sta cambiando e subito dopo comprendi che tutto questo ha un nome e che quei marketing leader che hai sempre studiato e ammirato sono lì pronti a raccontartelo? Che quei libri che accompagnano le tue serate non contengono più solo belle frasi, ma ti aprono la mente e danno valore a quanto fai ogni giorno? Se sì, conoscerai allora quanto potente sia l’effetto di una simile rivelazione.

Non ho usato la parola CONSAPEVOLEZZA a caso. Al di là della sensazione sopra descritta, credo che questa parola, meglio di tantissime altre, sia in grado di “fotografare” quanto sta accadendo oggi… nel marketing, nel mercato, nella vita delle persone.

Parto da una definizione, che trovo curiosa, di questa parola, scovata durante il mio vagabondare tra le pagine che affollano il web (più nello specifico qui):

Consapevolezza è un fenomeno estremamente intimo, e di importanza cardinale.

Non è un superficiale essere informati, né un semplice sapere.

La consapevolezza è una condizione in cui la cognizione di qualcosa si fa interiore, profonda, perfettamente armonizzata col resto della persona.

È quel tipo di sapere che dà forma all’etica, alla condotta di vita, alla disciplina, rendendole autentiche.

La consapevolezza non si può “inculcare”: non è un dato o una nozione.

È la costruzione originale del proprio modo di rapportarsi col mondo – in quanto sapere identitario, davvero capace di elevare una persona al di sopra dell’ignoranza e della piana informazione.

Diventare consapevoli di quanto accaduto, di come siamo cambiati, di quale futuro ci sta davanti è un passo fondamentale nella direzione giusta.

Chi è consapevole non subisce ma può affrontare e rielaborare.

Consapevolezze condivise rendono possibile un agire comune.

Bellissimo.

È per questo che nella nostra agenzia desideriamo essere CONSAPEVOLI prima come persone e poi come professionisti, quindi marketer consapevoli. Per noi, ma anche per i nostri clienti. “Non c’è più solo il business”, ha affermato Oscar di Montigny, direttore marketing, comunicazione e innovazione di Mediolanum, ma prima ancora uomo ispirato e ispiratore, nel suo intervento all’ultimo World Business Forum di Milano… Usando altre sue parole:

“Avete prodotto vantaggio per l’azienda? Non basta più.
Avete prodotto vantaggio per il cliente? Non basta più.
Oggi quello che più serve è il vantaggio per la collettività.”

Oggi è infatti importante soddisfare il cliente ma con una non irrilevante differenza: le imprese che applicano questo tipo di marketing possiedono anche missioni, visioni e valori volti a dare un contributo al mondo.

Per vendere oggi è necessario essere credibili, far vivere al cliente un’esperienza di te e non tradire la promessa, significa regalare alle persone, in quanto essere umani che scelgono e non macchine che consumano, un pezzo di mondo migliore.

Oggi fare del bene e fare profitto non sono più due universi distinti, è necessario un cambio di prospettiva e una riscoperta di valori e modi di fare impresa.

Ci sono due casi aziendali che seguo da vicino e che descrivono molto bene quanto sta accadendo…

“PROGETTO SALUTE” di Despar Nordest

Da anni seguiamo come agenzia due prodotti editoriali inseriti nel progetto salute Despar. Mi riferisco al trimestrale Di Vita magazine e al web magazine Casa Di Vita, che hanno come obiettivo quello di condurre le persone verso il cambiamento, verso uno stile di sano e CONSAPEVOLE. Il lavoro svolto ogni giorno ha permesso a me e a tante mie colleghe di trasformare il lavoro in un profondo credo che oggi è diventato anche il nostro stile di vita. Se agli inizi, e quindi nel 2009, tali progetti potevano sembrare pura follia per un’importante catena della GDO, oggi consentono a Despar di essere autore di narrazioni positive e di accreditarsi in tal ambito come voce autorevole. La numerosa partecipazione agli eventi aperti al pubblico e i preziosi feedback che raccogliamo ogni giorno sono la più bella ricompensa. Il cliente è grato e in quanto grato, conserva nella sua memoria tale esperienza e fa passaparola.

“L’ALLENAMENTO CAMBIA” di Show Health Training Club
Altro caso interessante: Show Health Training Club, non una semplice palestra, ma una realtà con un perché molto forte: rendere le persone attive, sane e felici. Significa prendere l’idea di fitness e frantumarla. Significa far prendere consapevolezza alle persone del proprio corpo, significa far capire che esercizio fisico non è sinonimo di attività fisica ma molto di più, che allenarsi CONSAPEVOLMENTE, sapendo quali muscoli stai muovendo, può produrre piacere. Il tutto è possibile condividendo internamente una chiara missione aziendale da trasferire poi ai clienti. Con frasi motivazionali, letture consigliate, con il loro essere prima di tutto esempi.

Posso dire che queste due aziende, in un periodo di generale contrazione del mercato, hanno qualche arma in più da giocarsi e che, grazie a queste, potranno fare la differenza e avere un valore aggiunto. Mi piace pensare ad AD010 come il terzo esempio, ma lascio che non siano le parole, ma il nostro lavoro e quindi quanto verrà pubblicato e condiviso su questo sito e sui nostri social a testimoniarlo.

“Through marketing for a better world”: di questo sono convinta, mi correggo consapevole 😉

Alla prossima!